Cataleya, il ristorante della “foodlosophy”

Ristorante Cataleya

Si è svolta ieri sera la festa per l’apertura di Cataleya, ristorante di corso Moncalieri 281 a Torino. 180 persone hanno partecipato all’evento organizzato per presentare un progetto basato sulla «foodlosophy», con l’intento di coinvolgere i cinque sensi perché «Cucina non è mangiare. È molto di più. Cucina è poesia».

Tra la musica jazz di Paola Abbate ed Emanuele Francesconi e la sfilata dei capi della boutique torinese Anna Mauro, gli ospiti hanno gustato un assaggio della cucina dello chef Stefano Ratti, che propone un menù attento alla stagionalità, con prodotti del territorio, pane e dolci fatti in casa, «rivisitando la tradizione con abbinamenti originali mai scontati».

Abbinamenti tra sapori e centrifugati artistici

Alcuni esempi? Crema di fave burrata gamberi reali pancetta chips e menta, tortelli di rana pescatrice con consommè di pomodoro alla Sambuca ed erba cipollina, pizzoccheri della Valtellina di pasta di grano saraceno con patate coste e bitto (formaggio d’alpeggio), pesce di San Pietro alla milanese, faraona cotta a bassa temperatura con ciuffi di carote e taccole glassate. Tra i dolci: frittelle di mele con zucchero alla cannella e gelato alla vaniglia, e il tiramisù croccante con fragole, limone e cioccolato bianco. In carta un’ampia selezione di centrifugati con nomi di artisti come: Van Gogh (carota, pompelmo, arancia e zenzero), Haring (arancia, mela e cannella), Warhol (sedano, finocchio e pompelmo) e Caravaggio (pura melagrana).

Ambiente elegante, coerente con l’impronta del locale classica ma contemporanea, con due sale decorate e vivaci, il dehors e servizi tecnologici come le prese USB per la ricarica di cellulari e tablet, e la connessione Wi-Fi. Prezzo medio 40 euro a testa, con menù veloci per la pausa pranzo.

Ristorante Cataleya, corso Moncalieri 281,  Torino. Telefono 011.18982925, 370.3039133, e-mail info@cataleya.it, sito web www.cataleya.it.

 

Be the first to comment on "Cataleya, il ristorante della “foodlosophy”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito impiega i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Info | Close