Cherasco, una città per danzare

L’arte è nuovamente protagonista a Cherasco, questa volta con la danza. “Una città per danzare” è infatti il progetto avviato a gennaio e curato da Francesco Dalmasso e Graziella Zocchi. 19 giovani artisti, 9 residenze artistiche e il Teatro Salomone sintetizzati da un acronimo, Re.Cre.Che: Residenza Creativa Cherasco.

Danzatori, performer coreografi arrivano dall’Italia (Bologna, Catanzaro, Firenze, Genova, Milano, Rieti e Vasto) e dall’estero (Francia, Olanda, Spagna). Alloggiano nella foresteria sopra il teatro, concessa gratuitamente dal Comune. Rimangono sei mesi, fino a giugno, per studiare, sperimentare e provare. E offrono alla città i risultati del loro lavoro, attraverso workshop e spettacoli, con un interessante intreccio tra le possibilità per gli artisti di sviluppare la propria creatività e per il pubblico di avvicinarsi ai linguaggi della danza.

Primo appuntamento domenica 19 gennaio alle ore 18, ovviamente al Teatro Salomone di di via San Pietro 41, con Si d’Amour, performance di fine residenza di Valeria d’Amico, Angela Valeria Russo e Filippo Stabile, descritto come “un inno alla Vita, un inno all’Amore, un percorso dalla nascita alla morte danzato in una chiave sospesa sul filo di emozioni”. Info 338.5014278, www.recreche.wordpress.com.

img

Be the first to comment on "Cherasco, una città per danzare"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito impiega i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Info | Close