CHAMOISic, musica e natura per il festival della sperimentazione

Con le anteprime di questa settimana prende il via la nona edizione di CHAMOISic Festival. Si comincia venerdì 20 luglio a Valtournenche, nel Centro Congressi dalle ore 21, con la performance multimediale dei Spime.Im, ensemble artistico curato da Davide Tomat e Gabriele Ottino dei Niagara assieme a Marco Casolati e Stefano Maccarelli di ReMidi. «Si tratta – sottolinea la presentazione – di un progetto di pura innovazione: gli artisti, infatti, useranno come interfacce per suonare e produrre ambientazioni video le loro mani attraverso dei guanti interattivi». A seguire il solo di violoncello del valdostano membro dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai Stefano Blanc, impegnato in un repertorio classico e contemporaneo del Novecento.

Sabato 21 luglio alle ore 15.30, al Sentiero Intervallivo 107 (da La Magdeleine a Chamois), prima passeggiata musicale del festival dal titolo «La Procreazione del Bosco», con narrazioni e sonorizzazioni condotte dallo «scrittore degli alberi» Tiziano Fratus in compagnia del Duo Bottasso (organetto e violino).

Quartetto Beppe Barbera

Quartetto Beppe Barbera

Sabato 21 luglio, dalle ore 21 al Centro Congressi di Saint-Vincent, anteprima in jazz con il concerto del quartetto guidato dal pianista, compositore ed arrangiatore valdostano Beppe Barbera accompagnato da Matteo Ravizza (contrabbasso), Lorenzo Barbera (batteria) e da Bruno Martinetti (tromba).

Tre gli appuntamenti del successivo fine settimana: venerdì 27 luglio alle ore 21, in Sala polivalente ad Antey-Saint-André, concerto del trio Roberto Bacciolo (voce), Silvano Borgatta (tastiere), Gigi Venegoni (chitarra); sabato 28 luglio alle ore 17.30 nella centrale idroelettrica di Maën Cignana, inaugurazione dell’installazione sonora «Forze d’Acqua», curata da CHAMOISic ed Audio HackLab, fruibile dal 29 Luglio al 2 Settembre 2018; a Etroubles, infine, domenica 29 luglio alle ore 17 nel Borgo Medievale, passeggiata musicale con Riccardo Tesi (organetto) e Gian Luigi Carlone (voce e sax soprano).

chamoisic

Da venerdì 3 a domenica 5 agosto, invece, si svolge il festival, diretto da Giorgio Li Calzi. CHAMOISic colloca musica jazz, sperimentale ed elettronica in un contesto naturalistico d’eccezione: Chamois, località situata a 1815 metri di altitudine nella Valle del Cervino, dove le auto non possono circolare, raggiungibile solo tramite un sentiero o in funivia. Una decina gli appuntamenti tra jazz, blues, raphard bop, sperimentazioni, percussioni, musica etnica, pizzica salentina, elettronica. L’ingresso ai concerti è gratuito. Info sulla pagina Facebook del festival.

Be the first to comment on "CHAMOISic, musica e natura per il festival della sperimentazione"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*