I luoghi delle parole: romanzi, giornalismo, teatro e mostre per conoscere il passato e comprendere il presente

Torna l’appuntamento con «I Luoghi delle Parole», festival internazionale di letteratura nato a Chivasso e ora allargato ai comuni di Volpiano, Brozolo, Brusasco, Casalborgone, Castagneto Po, Cavagnolo, Foglizzo, Lauriano, Monteu da Po, San Sebastiano da Po e Verolengo.

Giunto alla 14esima edizione, coinvolge biblioteche, scuole e spazi da scoprire delle città e si è trasformato in un calendario di appuntamenti distribuiti durante l’arco di tutto l’anno, con un intensificarsi di incontri l’ultima settimana di ottobre per poi proseguire nei mesi successivi, in un collegamento ideale che porta fino al Salone del Libro. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Il festival è organizzato dall’Associazione Novecento in collaborazione con i Comuni aderenti, il Sistema Bibliotecario Metropolitano e la Biblioteca di Chivasso.

Marco Bertotto
Marco Bertotto

Immigrazione, fake news, gialli, fama digitale

Tra gli autori presenti in questa edizione: Marco Bertotto responsabile advocacy di Medici Senza Frontiere Italia, Lorenzo Trucco, avvocato presidente di Asgi (associazione studi giuridici sull’immigrazione), Joey Guidone, illustratore di fama internazionale, Petunia Ollister, influencer autrice di «Colazioni d’autore», Margherita Oggero con il nuovo romanzo «Non fa niente», Bruna Bertolo con le «Maestre d’Italia», Pier Franco Quaglieni, presidente del Centro Mario Pannunzio di Torino, Dario Neron e Francesco Delle Donne, vincitori 2016 del Premio «InediTo – Colline di Torino», il cacciatore di bufale David Puente che affronta il tema delle fake news.

Prossimo appuntamento a Volpiano, nella sala polivalente di via Trieste 1, domenica 22 ottobre alle ore 21 con «U Parrinu – La mia storia con Don Pino Puglisi ucciso dalla mafia», spettacolo teatrale scritto, diretto e interpretato da Christian Di Domenico, nella ambito della rassegna «No Mafia 2017» a cura di Toto Teatro.

Sergio Soave (foto Sergio Bertani)
Sergio Soave (foto Sergio Bertani)

A Chivasso: Ignazio Silone, giornalisti e fascismo, accoglienza e una mostra su “essere scrittori”

Lunedì 23 ottobre, invece, il festival propone quattro appuntamenti a Chivasso: alle ore 16 nel Teatro Civico (piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa, 5), Sergio Soave presenta «Prendere Cristo sul serio: l’assillo cristiano di Ignazio Silone» (edizioni Cittadella), dialoga con l’autore Giuseppe Busso; alle ore 18 nella Biblioteca MoviMente (piazzale 12 maggio 1944, 8) «Stampa e regime. I giornalisti piemontesi negli anni del fascismo (1922-1940)», di Mario Cuxac, intervengono Mauro Forno, professore di Storia Contemporanea, e Giorgio Levi, presidente del Centro studi sul giornalismo Gino Pestelli di Torino; alle ore 21, sempre in biblioteca, per «Libia, Italia, Europa: la sfida dell’accoglienza» Marco Bertotto dialoga con Lorenzo Trucco e, in contemporanea, s’inaugura la mostra di Joey Guidone dal titolo «Being a writer».

Programma dettagliato su www.associazione900.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top