Luigi Veronelli a Barolo

Non hanno scelto una data a caso, o forse sì, per ritrovare ordine nel disordine, come insegnava Gino. Gian Arturo Rota e Nichi Stefi, insieme a Sergio Miravalle, hanno presentato il loro libro su Luigi Veronelli – Gino per gli amici – al WiMu di Barolo proprio giovedì 29 novembre,  otto anni esatti da quando l’anarchico gastronomo smise di camminare la terra.

E’ stato un viaggio nella memoria senza rimpianti, nonostante il pericolo, accompagnati ancora dallo sguardo attento di Veronelli, per sorvolare la banalità e cogliere l’essenza.

Il libro, alfabeto di esperienze (perché così è stato strutturato), reca come sottotitolo “la vita è troppo corta per bere vini cattivi”. E con due straordinari Chianti quarantenni, prelevati dalla cantina Veronelli, si è brindato a Gino, come a lui sarebbe piaciuto.

Luigi Veronelli
Luigi Veronelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top