Vinum ad Alba

Inizia domani Vinum, edizione numero 38, e prende tutto il ponte (quest’anno un viadotto) nei giorni dal 25 al 27 aprile e dal primo a 4 maggio. Protagonisti assoluti i vini di Langhe e Roero, con le degustazioni dei grandi rossi nel Palazzo Mostre e Congressi in piazza Medford: Barbaresco, Barolo, Dolcetto di Diano d’Alba, Dogliani, Roero, Barbera d’Alba, Dolcetto d’Alba, Langhe Rosso, Nebbiolo d’Alba, Verduno Pelaverga. Alba. I  giornalisti Giancarlo Montaldo e Alessandro Masnaghetti conducono i seminari sulle menzioni geografiche aggiuntive di Barbaresco e Barolo. In piazza Garibaldi è presente l’area del Roero Arneis e dei bianchi del territorio abbinati ai formaggi DOP del Piemonte, in collaborazione con l’ONAF, l’organizzazione nazionale degli assaggiatori di formaggi. Piazza Savona è invece dedicata all’Asti Spumante e al Moscato d’Asti, accompagnati dalle nocciole della Confraternita della Nocciole Piemonte IGP, mentre nei locali del centro storico si prepara l’aperitivo con l’Alta Langa Metodo Classico.

Vinum inebria tutta la città, con lo street food, rigorosamente “ed Langa” (di Langa), organizzato dai Borghi della Città, a base di salumi, frittate, formaggi, peperoni – ovviamente in bagna cauda – bruschette e frittelle, le parate, gli sbandieratori, gli spettacoli  e le animazioni itineranti di Faber Teater, Invasati, Nonna Pina, Gamberosse, Karcocha, il Carillon vivente, il Ciabotto, la Cricca dij Mes-cià, e Girlesque, la marching band tutta al femminile. In piazza Risorgimento macellai e panificatori albesi propongono degustazioni di carne cruda, salsiccia, focacce, pane, pizza, insieme a un buon bicchiere di Dolcetto d’Alba, accanto ai bambini protagonisti di Mani in Pasta, i corsi di cucina riservati ai più piccoli utili per conoscere i prodotti del territorio. C’è persino una mostra archeologia – Il vino nell’Antico Egitto. Il passato nel bicchiere – organizzata dall’associazione culturale Mummy Project per sottolineare, attraverso il vino, il forte legame tra gli egizi e la nostra penisola, nella Chiesa di San Domenico.

L’ingresso a Vinum è gratuito, per le degustazioni è possibile acquistare i carnet da 15 euro, comprendenti calice e taschina porta bicchieri. Tutte le informazioni su www.vinumalba.com.

vinum3

Be the first to comment on "Vinum ad Alba"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*