Samoa Quintet, viaggio onirico su note jazz

Sabato 13 gennaio, alle ore 21, al Jazz Club Torino di Piazzale Valdo Fusi risuonano le note di Samoa Quintet, con Marco Confalonieri (piano), Roberto Gelli (contrabbasso), Andrea Quattrini (batteria), Vito Emanuele Galante (tromba), Filippo Cozzi (sax alto).

«Il Samoa Quintet  – spiegano gli organizzatori – nasce come il risultato di un incontro semicasuale tra tre musicisti durante l’organizzazione di una serie di jam session. Nessuno di loro credeva all’ “affinità elettiva”, ma ciò che è accaduto in seguito ha fatto loro cambiare idea: suonare insieme era naturale come se a farlo fosse una persona sola guidata da un unico afflato creativo e l’empatica comunità d’intenti ha dato le mosse a questo innovativo soggetto musicale. Questo “dono” è stato incanalato negli album “Nice to meet you” e nel recente “The Einstein Moon Suite And Other Candies”».

Il prossimo disco, in lavorazione, s’intitolerà «The Dream Box», con l’obiettivo di portare l’ascoltatore «in un viaggio onirico attraverso la dissoluzione formale alla ricerca delle essenze semantiche della musica stessa, in una nuova esperienza musicale, che fonde tradizione e modernità nella creazione di una formula musicale inusitata e travolgente».

Morciano

Morciano

Al termine del concerto si balla con il dj set «We are jazz clubblers» di Morciano. Possibilità di «Dinner in jazz», cena e concerto con tavolo riservato; per prenotazioni telefono 011.882939.

Be the first to comment on "Samoa Quintet, viaggio onirico su note jazz"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito impiega i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Info | Close