Filippo Gambetta, Sergio Caputo e Carmelo Russo aprono la rassegna "Combin en Musique" 2019

Ritorna il festival musicale ai piedi del Grand Combin

“Combin en Musique” dal 31 luglio all’8 settembre

Ritorna, dal 31 luglio all’8 settembre, il festival «Combin en Musique», dopo la prima dell’estate scorsa nel comune di Ollomont, in Valle d’Aosta; la seconda edizione cresce e si allargata ai comuni di Valpelline e Doues, con dodici appuntamenti, quattro per ogni paese, alle pendici del Grand Combin.

«Il territorio – spiega l’organizzazione – ha un ruolo determinante nella direzione artistica del festival: la parola Combin nel nome, oltre all’ovvia connotazione geografica, vuole proprio rimandare a una combinazione tra la musica e un ambiente, un nuovo contesto sonoro che possa aggiungere una nuova prospettiva, quasi una nuova dimensione, o anche semplicemente fare da pretesto per la riscoperta di un luogo, di una particolare e inconsueta scenografia dove l’arte musicale si sviluppa».

Il primo appuntamento è mercoledì 31 luglio alle 21, all’ingresso dell’antica miniera di rame di Ollomont, con tre protagonisti della musica folk: Filippo Gambetta all’organo diatonico, Sergio Caputo al violino e Carmelo Russo alla chitarra presentano l’album «Maestrale», appena pubblicato. «Tra valzer, polche, mazurche, bourrée e scottish – sottolinea la presentazione – il trio conduce gli ascoltatori (ed anche i ballerini) in una esperienza musicale che si colora di molteplici elementi, tra cui le sonorità della rumba flamenca o delle tradizioni berbere».

Michel Balatti e Michael Bryan [foto Sara Ciommei)
Michel Balatti e Michael Bryan [foto Sara Ciommei)
La rassegna prosegue con il violoncellista Cosimo Carovani (lunedì 5 agosto), Federico Bagnasco  e Davide Merlino con «Idiofonie» (venerdì 9 agosto), la performance di Stefano Giorgi (live painting) e Francesco Carella (live electronics) «per evocare l’ambiente e la cultura della montagna in sintonia con emozioni e visioni contemporanee» (domenica 11 agosto), il concerto-spettacolo di Eyal Lerner  (flauti) e Nadio Marenco (fisarmonica) domenica 18 agosto, Massimo Lonardi (liuto) e Annarita Pili (soprano) con «Il Rinascimento e l’arte di cantare al liuto» (lunedì 19 agosto), «Baia Trio» (Francesco Busso alla ghironda, Gabriele Ferrero violino e voce, Enrico Negro chitarra e voce) venerdì 23 agosto, «Una serata con Chopin e Liszt» con i pianisti Matteo Costa e Simone Gragani (martedì 27 agosto), Maria Bocelli (viola barocca) e Maria Calvo (violoncello barocco) sabato 31 agosto, per chiudersi lunedì 8 settembre con «The Northern Breeze», «coinvolgente itinerario musicale tra pathos e virtuosismo», con Michel Balatti (flauto irlandese e whistles) e Michael Bryan (chitarra).

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito, direzione artistica di Federico Bagnasco, info 392.1952141.

Marco Scarzello

View posts by Marco Scarzello
Marco Scarzello, giornalista freelance. Seguo eventi notizie del territorio. Collaboro come addetto stampa con enti, imprese e associazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top