Portici di Carta, due chilometri e mezzo di libri

Portici di Carta a Torino

Sabato 7 e domenica 8 ottobre torna Portici di Carta, in centro a Torino. Da quest’anno il percorso si espande: oltre ai tradizionali due chilometri di bancarelle in via Roma, piazza San Carlo e piazza Carlo Felice, la manifestazione si allarga a via Sacchi e di via Nizza. Sono presenti 128 librai di Torino e provincia e 49 editori da tutto il Piemonte. In piazza Carlo Felice tornano gli appassionati del Libro Ritrovato mentre i portici di via Roma, piazza San Carlo e piazza Carlo Felice sono suddivisi in 20 tratti tematici, dalla spiritualità alla scienza, che raggruppano in modo omogeneo le bancarelle a seconda delle proposte.

L’edizione 2017 di Portici di Carta è dedicata a Paolo Villaggio, autore-attore capace di vendere un milione e mezzo di copie con la «Trilogia di Fantozzi». Villaggio viene ricordato sabato 7 dalle ore 18 all’Oratorio San Filippo con una lezione originale di Stefano Bartezzaghi, la testimonianza dei due figli, le letture fantozziane di Giuseppe Culicchia e l’intervista inedita realizzata dal regista Mario Sesti per il film presentato all’ultima mostra di Venezia.

Quattro gli spazi eventi: l’Oratorio di San Filippo (via Maria Vittoria, 5), lo Spazio Bambini di piazza San Carlo, il Gazebo Sambuy di piazza Carlo Felice (in collaborazione con l’associazione Il Giardino forbito), lo Spazio Lux-Fiorfood di Galleria San Federico (in collaborazione con Fiorfood Coop).

Portici di Carta a Torino

Incontri con gli autori e passeggiate letterarie

Fra gli autori in programma: la vincitrice del Premio Campiello 2017 Donatella Di Pietrantonio, autrice de «L’arminuta»; Sergio Staino che si racconta a Bruno Gambarotta attraverso l’autobiografia del suo alter-ego «Io sono Bobo»; i «Diavoli custodi» di Erri De Luca; i nuovi libri di Enrico Remmert e Luca Ragagnin, Dario Voltolini, Massimo Novelli, Enrico Pandiani; i metalmeccanici del Terzo millennio raccontati da Federico Bellono e Filomena Greco; la «coppia del food writing italiano» Clara e Gigi Padovani; le autrici del «Concorso Lingua Madre» Sabina Darova e Malvina Sinani; il concerto di Giorgio Licalzi con le musiche composte in vent’anni di collaborazione con gli scrittori per sonorizzare dal vivo i loro reading.  Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito.

Tra le iniziative collaterali vengono confermate le «Passeggiate di Portici di Carta», con, ad esempio, l’Itinerario Centro sulle orme di Edmondo De Amicis e Guido Gozzano, l’Itinerario Quadrilatero pedinando Fruttero e Lucentini e Jean Jacques Rousseau, oppure in San Salvario dietro a Primo Levi e Natalia Ginzburg e i «Quattro passi nel noir» partendo da corso Vittorio Emanuele II angolo via Madama Cristina. Prenotazione obbligatoria a passeggiate@salonelibro.it.

Orari: sabato dalle ore 10 alle 24, domenica dalle ore 10 alle 20. Programma completo su www.porticidicarta.it.

 

Be the first to comment on "Portici di Carta, due chilometri e mezzo di libri"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito impiega i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Info | Close