La quarta dimensione al Castello di Miradolo

Un castello magico come le note di Respighi della Boutique Fantasque. A Miradolo, alle porte di Pinerolo (TO), ancora una volta l’arte prende vita, come le bambole ribelli dei Ballets Russes di Diaghilev.

Le tele di Spazzapan, anch’egli ribelle, declamano versi di Baudelaire, Rilke e Kristensen. Pensieri, suoni, sguardi s’agitano come marionette, e i fili li muove Roberto Galimberti, fantasioso direttore artistico nonché violinista. Insieme a lui, per questo Concerto di Natale replicato per acclamazione il 26 e il 27 dicembre (ma capiterà ancora il 20 gennaio e il 24 febbraio 2013), Laura Vattano (celesta), Diego Mingolla (pianoforte), Francesca Lanza (flauto), e Francesca Villa e Marco Pennacchio  al violoncello.

E all’improvviso si teletrasporta Madaski in consolle, sintetizzando il suono delle costellazioni, per viaggiare nel tempo accompagnati dai miraggi tecnologici di Marco Ventriglia e Giulio Pignatta, a bordo del vascello interstellare della Fondazione Cosso. Da provare.

Concerto di Natale al Castello di  MIradolo

Concerto di Natale al Castello di Miradolo

1 Comment on "La quarta dimensione al Castello di Miradolo"

  1. bella recensione!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito impiega i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Info | Close