La pensione? Fai da te

Tra dieci anni per ogni ragazzo con meno di 15 anni ci saranno due ultra 75enni. Ma già oggi, a Torino, un terzo della popolazione ha più di 65 anni. Sono alcuni dati esposti ieri al Laboratorio Micca di Galliano Habitat da Giorgio Borello, autore di www.l’invecchiamento degli italiani, manuale di sopravvivenza.it, (L’Autore Libri).

«Dobbiamo dire con chiarezza – spiega Borello – che l’attuale sistema pensionistico non potrà reggere a lungo ed è indispensabile organizzare per tempo la propria vecchiaia». Timori eccessivi? Mica tanto, chiarisce subito Borello, e illustra il passivo di svariati miliardi di euro delle casse INPS, per lo più figlio della fusione con l’INPDAP, l’istituto previdenziale dei dipendenti pubblici. A cui si aggiungono gli esborsi della cassa integrazione e gli oneri per l’assistenza agli anziani extracomunitari (saranno quasi due milioni nel 2040).

La soluzione al problema? Non è data con certezza. «Innanzitutto bisogna prendere coscienza della situazione, e poi sperare che la politica fornisca risposte adeguate». Campa cavallo (senza pensione).

Giorgo Borello

Giorgo Borello

Be the first to comment on "La pensione? Fai da te"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*