Crudo di Cuneo in Langa tra sapori d’autunno

Il Crudo di Cuneo si è affacciato in Langa. Ieri sera, scortato dalla presidente del consorzio di tutela, Chiara Astesana, e dall’amministratore di Carni Dock che lo produce, Luigi Allasia, il prosciutto DOP della Granda ha fatto la sua comparsa sulle tavole del Golf Relais Monforte.

L’occasione è stata L’Autunno nel Piatto, evento presentato dal giornalista Alessandro Felis per scoprire alcune eccellenze della gastronomia piemontese. Innanzitutto, appunto, il Crudo di Cuneo, prodotto in soli 54 comuni delle provincie di Cuneo, Asti e – in parte – Torino con suini alimentati in modo naturale  e una filiera cortissima che abbraccia il ciclo completo, dall’allevamento alla stagionatura. E poi altre leccornie: i formaggi di Beppino Occelli, il Quadret d’la Tur, il Saras e le tome d’alpeggio di Catalin e Melli, le birre di Piazza dei Mestieri e i vini di Cantina Coluè, Cantina Piero Busso, Cantina Marsaglia e Cascina Amalia. Ingredienti che lo chef Walter Eynard ha mescolato con sapienza nella cena preparata per l’evento con Ravioli di saras e ortiche al timo serpillo, Maltagliati di nocciole tonde gentili ai finferli, Tapulone d’asino al Barbaresco e Spalletta di maialino cuneese alla birra.

Da sinistra, Chiara Astesana, Alessandro Felis e Luigi Allasia.

Da sinistra, Chiara Astesana, Alessandro Felis e Luigi Allasia.

 

Be the first to comment on "Crudo di Cuneo in Langa tra sapori d’autunno"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito impiega i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Info | Close