Cofanetti regalo, utilizzarli è un’impresa

Dieci telefonate ad altrettante strutture e nessuna disponibilità. A Bordighera, la spa dell’Hotel Parigi intende per “trattamento benessere a scelta” elettrostimolazione e pressoterapia. Smartbox risponde: “Gestiamo tra i 1.300 e i 1.450 ordini al giorno con 7mila strutture partner”

I cofanetti regalo promettono fughe romantiche e momenti felici. Le proposte brillano nelle vetrine dei negozi, hanno nomi accattivanti e immagini seducenti. Utilizzare il pacchetto, però, non è semplice. Ho preso in esame tre offerte di marchi diversi (Regalbox, Smartbox e Wonderbox), ho fatto dieci telefonate ad altrettante strutture per prenotare un soggiorno tra l’8 e il 10 giugno e non ho mai trovato disponibilità.

All’Hotel Parigi solo elettrostimolazione e pressoterapia

Un caso a parte è quello dell’Hotel Parigi di Bordighera (4 stelle) che propone, per il pacchetto «Benessere per due» di Regalbox, i seguenti servizi della spa: talassoterapia, sauna, bagno turco, doccia emozionale, percorso Kneipp, grotta di sale, con tisane e accappatoi inclusi e, come chicca, un «trattamento benessere a scelta» per due persone. Sul volantino del centro, la gamma dei massaggi è davvero ampia (ayurvedico abhyanga, shirodhaar, antistress, «luce del Marocco», Lomi Lomi, amazzonico), oltre a pulizia del viso, linfodrenaggio energetico, maschera idratante. Per il pacchetto Regalbox, però, la «scelta» è drasticamente ridotta: «Noi la intendiamo – spiega l’operatrice – solo come elettrostimolazione o pressoterapia». «Non bisognerebbe specificarlo meglio?», domando. «Forse non è abbastanza chiaro», risponde. Eh già, perché c’è il rischio che qualcuno prenoti il soggiorno in albergo (150 euro a notte) per usufruire di una elettrostimolazione che potrebbe ottenere in un ambulatorio medico.

Nel fine settimana non c’è posto

A parte il caso specifico dell’Hotel Parigi, ho preso in esame i pacchetti «Fuga di tre giorni» di Smartbox («2 notti in accoglienti B&B e agriturismi») e «Mille e una notte» di Wonderbox, che garantisce «relax e delizie per due persone». Ho fatto dieci telefonate a caso e  nessuna struttura aveva disponibilità nelle date richieste. L’Hotel Da Vinci di Montecatini Terme ha almeno offerto un’alternativa: o il fine settimana successivo oppure un albergo collegato, il Boston. Tutti gli altri hanno semplicemente detto di no. Il Piccolo Lido di Bordighera non accetta il cofanetto tra giugno e settembre, l’Hotel Palace di Varazze non ha disponibilità nei fine settimana fino a settembre, a Carrodano (entroterra ligure) l’Antica Locanda Luigina avrebbe disponibilità martedì 10 e mercoledì 11 giugno, La Bastiglia di Spello può fornire una camera deluxe con un supplemento di 50 euro, al Columbus di Firenze l’operatore è andato a controllare e non è più tornato; Relais Del Golfo a Fezzano (Portovenere), Le Magnolie a Montecatini Terme, il Da Vinci di Milano e il Soggiorno Petrarca di Firenze sono al completo. Di relax e delizie nessuna traccia; lo stress, invece, è tanto.

Il commento delle aziende

I fornitori del servizio si appellano alle condizioni generali di vendita nelle quali viene specificato che l’utilizzo del cofanetto è soggetto alla disponibilità e alle politiche commerciali dei partner; oltre a questa nota di carattere legale da Wonderbox non aggiungono commenti, Regalbox promette di verificare, mentre Smartbox sottolinea: «A livello contrattuale garantiamo un certo numero di camere e gestiamo tra i 1.300 e i 1.450 ordini al giorno su 7mila strutture attive in Italia».

Be the first to comment on "Cofanetti regalo, utilizzarli è un’impresa"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*