Carrù celebra il bollito

Arriva il freddo e ci si riscalda con il bollito misto alla Piemontese. Carrù, il paese “porta della Langa”,  rende omaggio a questo succulento piatto per due settimane, con l’apoteosi giovedì 17 dicembre in occasione della 105esima edizione della Fiera del Bue Grasso.

Il pranzo del Gran Galà del Bollito di Carrù (menù completo a 32 euro, dagli antipasti al dolce, con due tagli di bollito), viene servito dai volontari della Pro Loco nel Palafiera di piazza Divisione Alpina Cuneense, alle ore 13, domenica 6 e domenica 13 dicembre, e martedì 8 dicembre in concomitanza con l’Asta del Bue di Carrù, sostenuta da Cantina Clavesana.

Sul sito web dell’Asta è riportata la ricetta perfetta di questo piatto regale, chiamata del  Grande Bollito Storico Risorgimentale Piemontese e costruita sulla regola del sette, con sette tagli (tenerone, scaramella, muscolo di coscia, stinco, spalla, fiocco di punta, cappello del prete), sette ornamenti (testina di vitello completa di musetto, lingua, zampino, coda, gallina, cotechino, rolata), e le salse: “bagnet vert”, con prezzemolo, acciughe, aglio e mollica di pane raffermo, “bagnet ross”, con pomodori, aglio, senape e aceto rosso, e cren, a base di rafano.

manifesto

Il giorno della Fiera, invece, giovedì 17 dicembre, è gran festa, con la distribuzione del bollito “no stop”, a 17 euro a persona, con testina, magro e lingua con salse verde e rossa, cotechino con purè, Tuma di Langa, michetta carrucese, dolce e vino Dogliani DOC. Durante la giornata, mostra di macchine e attrezzature agricole, esposizione dei buoi in Piazza Mercato, con passerella e premiazione dei capi migliori, e degustazione comparata fra le carni di vitellone e di bue, a cura del Consorzio di tutela del bue grasso di Carrù.

Numerosi altri appuntamenti affiancano la Fiera. Sabato 5, la festa artigiana organizzata da Confartigianato Imprese. Domenica 6 Carrù Expo, vetrina enogastronomica delle eccellenze del territorio. Giovedì 10 cena bourguignonne con filetto e salsiccia di bue (27 euro tutto compreso). Venerdì 11 cena di GoWine all’Osteria del Borgo (telefono 0173.364631), ristorante di eccellenza per il bollito, con degustazione di Nebbiolo. Sabato 12, cena con quattro prodotti simbolo del Cuneese: il buè di Carrù, il cappone di Morozzo, la lumaca di Borgo San Dalmazzo e il porro di Cervere (menù a 27 euro). E ancora, cabaret con i comici di Colorado e Zelig, serate danzanti, conferenze e degustazioni. Info e prenotazioni: 338.5866132, 380.2404947, info@prolococarru.it, www.prolococarru.it.

Be the first to comment on "Carrù celebra il bollito"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito impiega i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Info | Close