Adotta un filare e bevi il tuo vino

A Castagnole delle Lanze, in provincia di Asti, da tre anni il Comune sostiene un’interessante iniziativa per valorizzare il territorio e tutelare i vitivinicoltori. Si chiama “Adotta un filare” e offre la possibilità di mantenere un pezzetto di vigna, personalizzandolo con il proprio nome inciso sul palo di testa del filare, e poi camminare nel vigneto, assistere alla vendemmia e alla vinificazione, e infine ricevere 12 bottiglie di Barbera d’Asti DOCG Lanze, assaporando così il proprio vino.

Per ogni filare adottato – 20 metri – il contributo richiesto è di 100 euro. E sono quasi 2000 gli “adottanti”, da tutta Italia e da ogni parte del mondo (Castagnole, 3.800 abitanti, vanta ben quattro gemellaggi), persone comuni e personaggi famosi, comunque amanti del buon bere.

La produzione è di circa 28 mila bottiglie all’anno, suddivise tra la Barbera d’Asti tradizionale e quella affinata in barrique (il Conte di Lanze), e coinvolge oltre 30 produttori che partecipando al progetto spuntano circa il doppio del prezzo di mercato delle uve. In cambio, devono rispettare precisi criteri di qualità, stabiliti sotto la supervisione di un enologo di fama mondiale, il Cavaliere Ezio Rivella, originario di Castagnole delle Lanze, la persona che ha portato al successo il Brunello di Montalcino.

Un paese pimpante, Castagnole delle Lanze, che fa parlar di sé con la Festa della Barbera, a maggio, e ogni anno ospita centinaia di turisti che vengono a visitare  le “loro” vigne. «L’obiettivo di “Adotta un filare” – spiegano il Vicesindaco Carlo Mancuso e l’Assessore Marco Cortese – è garantire la sopravvivenza dei piccoli produttori e contemporaneamente promuovere il territorio».

Un traguardo raggiunto grazie alla cura di ogni dettaglio, dalle etichette dipinte da artisti locali all’enoteca tinteggiata con colori vivaci, favoriti da un paesaggio incantevole, con le vigne che disegnano ghirigori sulle colline verdeggianti. www.lanze.it

Conte di Lanze

Be the first to comment on "Adotta un filare e bevi il tuo vino"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito impiega i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Info | Close